LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA INFORMATICA

Gli insegnamenti del percorso di studi prevedono la presentazione di argomenti e problematiche legate agli sviluppi e alle
esigenze più recenti del mercato e della ricerca internazionali, quali ad esempio la Cybersecurity, il Machine Learning, e
l’Internet delle Cose. Lo studente acquisirà le conoscenze predette attraverso la frequenza dei corsi teorici, lo studio del
materiale didattico e delle pubblicazioni scientifiche indicate o fornite dai docenti, il confronto e il dialogo con i docenti
stessi. La verifica dell’effettiva comprensione delle materie e della capacità di risoluzione di problemi specifici sarà
effettuata attraverso esercitazioni, prove in itinere, sviluppo di elaborati progettuali, esami di profitto scritti e orali.
In particolare, il laureato magistrale in Ingegneria Informatica e dell’Automazione deve conoscere:
– gli aspetti teorico-scientifici della matematica e della ricerca operativa applicata, nonché delle altre scienze di base;
– gli aspetti teorico-scientifici dell’ingegneria, sia in generale sia applicati a specifici contesti aziendali ed economici.

Descrizione

LM-32 - Laurea magistrale in Ingegneria informatica

Il CdS propone nella sua offerta formativa insegnamenti ed attività didattiche, quali progetti, tirocini e Tesi di Laurea,
fortemente orientati all'innovazione e alla ricerca, in forza della stretta sinergia esistente fra il CdS ed il Centro di Ricerca
CREAT (http://creat.uniecampus.it/). Gli obiettivi e l'offerta formativa perseguono una rigorosa impostazione metodologica al
fine di consentire al laureato magistrale di inserirsi facilmente in contesti di ricerca sia di base sia applicata. In particolare, le
figure professionali formate dal CdS:
1. conoscono in modo approfondito gli aspetti teorico-scientifici della matematica e delle altre scienze di base e sono capaci
di applicare tali conoscenze per interpretare e descrivere problemi dell'ingegneria complessi, che richiedono un approccio
interdisciplinare;
2. conoscono in modo approfondito i modelli teorico-scientifici dell'ingegneria ed in particolare quelli relativi all'ingegneria
Informatica e dell'Automazione, nell'ambito della quale sono capaci di identificare, formulare e risolvere, anche in modo
innovativo, problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
3. sono capaci di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, esperimenti, processi e servizi complessi e innovativi;
4. sono capaci di applicare le conoscenze acquisite nel contesto ingegneristico a problemi concreti con l'obiettivo di
identificare soluzioni realizzabili ed economicamente sostenibili;
5. hanno conoscenze nel campo dell'organizzazione aziendale (cultura d'impresa) e dell'etica professionale.
I requisiti curricolari che determinano le modalità di ammissione al corso includono la padronanza di metodi e contenuti
scientifici generali, sia nelle discipline di base che nelle discipline dell'ingegneria propedeutiche a quelle caratterizzanti
previste nell'ordinamento della presente classe di laurea magistrale. Per essere ammessi al corso di laurea magistrale
occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale ovvero di altro pari titolo di studio
equipollente. Il regolamento del Corso di Studi stabilisce inoltre specifici criteri di accesso che prevedono il possesso di
specifici requisiti curriculari. Fermo restando il requisito curriculare, ai fini dell'ammissione al Corso di laurea magistrale gli
studenti dovranno sostenere con esito positivo una prova orale per la verifica della preparazione personale.

Gli obiettivi formativi del ciclo di studi sono quelli di fornire una preparazione con caratteristiche di flessibilità che favoriscano
la riconversione fra i molteplici settori applicativi a seguito del progresso delle tecnologie o delle mutate condizioni di lavoro.
Per questo il corso fornisce capacità progettuali negli ambiti tecnologici più innovativi dell'ingegneria informatica, così come
dell'ingegneria dell'automazione, basata sull'impiego degli strumenti più moderni. Si mira quindi a costruire una figura
09/07/2020
08/05/2014
Conoscenza e comprensione, e Capacità di applicare conoscenza e
comprensione: Dettaglio
QUADRO A4.b.2
Conoscenza e comprensione, e Capacità di applicare conoscenza e
comprensione: Sintesi
QUADRO A4.b.1
professionale di alto profilo in grado di utilizzare l'ampio spettro di conoscenze per interpretare, descrivere e risolvere, anche
in modo innovativo, problemi dell'ingegneria informatica e dell'ingegneria dell'automazione che richiedono un elevato grado di
specializzazione ed eventualmente un approccio interdisciplinare.
I laureati magistrali in ingegneria informatica e dell'automazione devono pertanto:
- progettare, gestire e garantire la sicurezza dei sistemi informatici;
- progettare e sviluppare sistemi e architetture software;
- analizzare le prestazioni e affidabilità e dimensionare impianti e sistemi informatici;
- progettare, sviluppare e gestire applicazioni su sistemi paralleli e distribuiti su media/larga scala, e su sistemi mobili;
- progettare e sviluppare sistemi e applicazioni basate su tecniche di intelligenza artificiale e di elaborazione del linguaggio
naturale;
- progettare componenti o interi sistemi di automazione, con particolare riferimento alla progettazione di leggi/strategie di
controllo dei processi/sistemi;
- progettare sistemi meccatronici per l'automazione di processi produttivi;
- progettare sistemi robotici per l'industria, i servizi e l'assistenza;
- condurre esperimenti e analizzarne e interpretarne i dati per mezzo di ausili informatici, con il particolare scopo di
identificare formalmente un processo/sistema, così da
poterlo poi caratterizzare attraverso un modello matematico;
- essere capaci di comprendere l'impatto delle proprie scelte progettuali nel contesto sociale e fisico-ambientale in cui si
opera, anche sulla base della conoscenza delle
proprie responsabilità professionali ed etiche;
- conoscere i contesti aziendali e la cultura d'impresa nei suoi aspetti economici, gestionali e organizzativi ed, in particolare, di
saper caratterizzare tali aspetti in modo
formale, con riferimento ai contesti contemporanei generali;
- avere capacità relazionali e di lavoro di gruppo, ed avere la capacità di prendere decisioni ben motivate dall'analisi del
contesto in cui si opera;
- essere capaci di comunicare efficacemente, in forma scritta e orale, in almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre
l'italiano;
- possedere gli strumenti cognitivi di base per l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze, sia attraverso il
proseguimento degli studi mediante corsi di master o
dottorato, sia mediante lo studio individuale su libri e riviste scientifiche del campo.

Gli sbocchi professionali per il laureato magistrale in computer and automation engineering sono quelli della
progettazione avanzata dei sistemi di controllo automatico di processi complessi; della gestione dei sistemi industriali,
della produzione e dei servizi; del progetto di sistemi di controllo in diversi contesti, quali la gestione dellenergia, delle reti
di comunicazione e trasporto (smart grids); dello sfruttamento ottimale delle energie alternative, dellautomotive, della
meccatronica, dellaerospazio (embedded systems); del monitoraggio e controllo dell'ambiente; della robotica. In
particolare:
- industrie di progettazione e produzione di software
- industrie di progettazione e realizzazione di reti informatiche e telematiche
- industrie di produzioni di beni e/o servizi
- impianti di produzione, trasformazione e distribuzione dell'energia ed in impianti petrolchimici e farmaceutici
- industrie manifatturiere, settori della pubblica amministrazione e imprese di servizi che impiegano sistemi informativi per
la gestione e l'automazione dei processi
produttivi
- società di ingegneria quali quelle di consulenza o di integrazione di sistemi
- società e enti pubblici di gestione dei servizi (telecomunicazioni, energia, trasporti, ecc.)
- centri di ricerca e sviluppo in ambito pubblico e privato che operino in settori innovativi nell'ambito della ingegneria
informatica.
In sintesi il laureato magistrale in ingegneria informatica e dell'automazione potrà trovare impiego in tutte quelle aziende o
centri in cui risulti necessario lo sviluppo di
funzioni di dimensionamento e realizzazione di architetture complesse, e che richiedono lo sviluppo delle seguenti attività:
- attività di progettazione avanzata, pianificazione, sviluppo e gestione di reti, impianti e sistemi informatici complessi;
- attività di progettazione avanzata di sistemi automatici, di processi e di impianti per l'automazione che integrino
componenti informatici, apparati di misure, trasmissione e
attuazione;
- attività di ricerca su temi avanzati dell'informatica e dell'automazione;
- attività di formazione avanzata su temi di natura informatica e di automazione.

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di
durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo. Il regolamento del corso di studio
stabilisce i requisiti curriculari richiesti per l'ammissione, comprensivi delle competenze relative all'utilizzo in forma fluente
scritta e orale di almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano. Il regolamento prevede inoltre le forme di verifica
dell'adeguatezza della personale preparazione.

SSD  Sigla     Esame CFU  
 
1° Anno di Corso
SECS-P/06 C Attività formative affini o integrative I SISTEMI DI GESTIONE E L'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 9  
MAT/09 C Attività formative affini o integrative RICERCA OPERATIVA 2 6  
ING-INF/04 B ingegneria informatica METODI E TECNOLOGIE DI SIMULAZIONE 12  
ING-INF/05 B ingegneria informatica LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE 12  
ING-INF/04 B ingegneria informatica SISTEMI DI CONTROLLO DISTRIBUITI 9  
ING-INF/05 B ingegneria informatica INTERFACCE UOMO-MACCHINA B 6  
      A SCELTA 6  
2° Anno di Corso
ING-INF/04 B ingegneria informatica STRUMENTAZIONE PER L'AUTOMAZIONE B 9  
ING-INF/05 B ingegneria informatica SICUREZZA INFORMATICA B 9  
ING-INF/04 B ingegneria informatica SISTEMI DI CONTROLLO AVANZATI 9  
ING-INF/05 B ingegneria informatica DATA MINING B  (mutua su LM37) 9  
      A SCELTA 6  
ulteriori attività formative art.10, comma 5, lettera d tirocinio 3  
prova finale art.10, comma 5, lettera c prova finale 15  
    a scelta dello studente A SCELTA DELLO STUDENTE 12  
ING-INF/05     SICUREZZA DELLE RETI 6  
ING-INF/05     SISTEMI  OPERATIVI  MOBILI 6  
MAT/05     METODI MATEMATICI PER L'INGEGNERIA 6  
ING-INF/05     ELABORAZIONE DI IMMAGINI 6  
ING-INF/05     INTELLIGENT SYSTEMS D 6  
ING-INF/05     SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI 6  
ING-INF/01     DISPOSITIVI INTELLIGENTI A SUPPORTO DELLA SALUTE E DEL BENESSERE (mutua da LM67) 6  

Il    costo    della    retta    annuale    è    2500€    rateizzabili    nei    modi e nei  tempi   stabiliti    tra   il    corsista    e    l’Università    al    momento    dell’iscrizione    ,    più    la    tassa    regionale    di    140€  e tassa esami di 150 €.

Compilare e firmare i moduli allegati, effettuare i pagamenti come da indicazioni riportate nel modulo “Accordo rateizzazione retta” e consegnare la modulistica e gli allegati in essa richiesti al Centro Studi Cartesio.